Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàPolitica

L’assessore Francesco Quargnenti, risponde in Consiglio ad una serie di interrogazioni sui lavori di riqualificazione delle rete di illuminazione pubblica.

Fatto oggetto da parte delle due minoranze consiliari di una serie di interrogazioni sui lavori di riqualificazione delle rete di illuminazione pubblica, attualmente in corso, l’assessore competente Francesco Quargnenti ha fornito, nell’ultima riunione del consiglio comunale di fine anno, una serie di notizie e chiarimenti. Quargnenti, dopo avere ricordato che il poderoso intervento, a seguito di gara d’appalto, indetta dalla Centrale Unica di Committenza dell’Unione dei Comuni alta Gallura  era stato affidato alla ditta Enel Sole srl, è passato ad illustrare dettagliatamente gli interventi effettuati finora, ma non ancora collaudati e quelli ancora in corso d’opera che dovrebbero concludersi, con il collaudo finale, entro il 16 luglio del prossimo anno. Illustrando i benefici dell’intervento, definito dall’assessor: “epocale e storico per la città”, Quargnenti dopo avere ricordato che i lavori, una volta completati, consentiranno una riduzione dei consumi del 79, 50 per cento rispetto alla spesa attuale è passato ad illustrare tutta un’altra serie di interventi  attualmente in corso in diversi punti della città che qualche disguido stanno creando. L’assessore non la ha detto, ma  a diversi ascoltando l’elencazione degli interventi che prevedono, fra le altre cose, nuovi punti luce, lampade a led, l’imitazione, per legge, dell’inquinamento luminoso, creazione di colonnine per la ricarica di automezzi elettrici ed altro ancora, è venuto in mente il detto popolare che “se si vuole abbellire occorre soffrire”. Allo stato attuale ha detto Quargnenti, i lavori sono ancora in ordine di svolgimento in diversi punti della città e non risultano al momento zone terminate definitivamente, Anche se le imprese impegnate nei lavori si preoccupano al massimo per limitare i disagi, è sin troppo evidente che qualche disguido, soprattutto nel traffico dei mezzi o nel transito dei pedoni possa verificarsi.” L’assessore a chi gli chiedeva di conoscere i parametri illuminotecnici, “troppo bassi”, secondo alcuni, ha spiegato che i parametri sono al di sotto dei dati progettuali proprio a causa dei lavori non ancora finiti. (a.m.)

Related posts
AttualitàCronacaPolitica

1640 firme per difendere il Dettori

AttualitàCronacaPolitica

Antonio Balata a difesa del Dettori

AttualitàCronaca

Unione dei Comuni interviene su viabilità

AttualitàCronaca

Arrestato 32enne con "hashish afgano"

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *