Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCulturaTradizioni

Mirtò punta sulla cultura

Al via un Expò itinerante dell’archeologia e dell’artigianato sardi

La promozione del territorio diventa sempre di più il fulcro del progetto di Mirtò. Festival del mirto che ha fatto delle eccellenze enogastronomiche un marchio conosciuto in tutta Europa. Nasce dal Comune di Olbia e dall’Aspo, l’idea di costruire un Expò itinerante del patrimonio storico e archeologico di Olbia, della Gallura e della Sardegna. Che possa partecipare alle più importanti fiere d’Europa.

Iniziato con l’appuntamento di Amsterdam, in corso di svolgimento fino al 3 febbraio nello stand istituzionale del Comune di Olbia, per la seconda edizione della fiera “Little Italy Taste & Travel”, si svolge all’interno del suggestivo Westergasfabriek, un grande open space autentico e contemporaneo, utilizzato per manifestazioni di carattere nazionale e internazionale. Per proseguire successivamente con la fiera di Berlino, dal 6 al 10 marzo. Mirtò punta anche a una tappa in Spagna e per il 2020 si pensa a Stoccarda.

L’ARCHEOLOGIA

L’anima del progetto culturale di Mirtó è Viviana Pinna, archeologa, specializzata in archeologia preistorica e protostorica, e protagonista di Mirtó fin dalla sua fondazione nel 2014. “E’ fondamentale sviluppare la promozione culturale del nostro territorio, con la valorizzazione degli aspetti della nostra storia che prescindono dal modello sole e mare – spiega la Pinna -. La Sardegna ha uno straordinario patrimonio storico e archeologico, noi cercheremo di essere un veicolo per farlo conoscere al pubblico che parteciperà alle nostre iniziative”. Sarà questo il tema portante che condurrà Mirtò lungo un cammino che nel 2019 lo vedrà protagonista in giro per l’Europa.

EXPÓ DELLA CULTURA

Il progetto di Mirtó è quello della creazione di un Expó della cultura, archeologia e dell’artigianato di qualità, da portare all’estero in attesa della grande stagione estiva che riproporrà il binomio con Olbia e Porto Rotondo. Un progetto fortemente sostenuto dal Comune di Olbia, con in prima fila l’assessore alla Cultura, Sabrina Serra e l’Assessore al Turismo, Marco Balata.

“Siamo felici del grande successo ottenuto con la nostra partecipazione alla fiera di Amsterdam. Un percorso che punta a valorizzare le bellezze di Olbia e di tutta la Sardegna nei luoghi più visitati e conosciuti in Europa – spiega Marco Balata, assessore al Turismo del Comune di Olbia -. I tantissimi visitatori presenti hanno molto apprezzato l’abbinamento tra le cozze e il vermentino. Siamo poi particolarmente orgogliosi di aver portato ad Amsterdam le nostre eccellenze. In un contesto che riconosce la bellezza e la qualità della vita come valori fondamentali”.

Related posts
Attualità

Per le donne mastectomizzate bracciali elastico-compressivi inaccessibili

Attualità

Le minoranze consiliari spronano la giunta con diverse interrogazioni.

Attualità

Cambio al vertice dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Olbia e Porto Cervo

Attualità

Approvato primo lotto funzionale nel compendio Pischinaccia- Rinagghju.

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *