Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàPolitica

Il Presidio chiede a Biancareddu di ritirare le dimissioni

Con un comunicato stampa, il Presidio a difesa del Paolo Dettori e della Sanità in alta Gallura, (che qualche settimana fa, aveva accolto con entusiasmo le dimissioni di Andrea Biancareddu da Sindaco per protesta contro i tagli nella sanità), chiede che lo stesso “unico a mantenere la parola data”, ritiri immediatamente le dimissioni per poter combattere con armi più adeguate.

Amministratori uniti

“Il 21 novembre scorso, scrive il presidio, nell’evolversi della vertenza e della strategia, si era riusciti ad unire sotto un unico agire comune gli amministratori locali. Dieci Sindaci su undici, infatti, in quella data, si erano dichiarati disponibili a dimettersi per difendere i servizi sanitari di prossimità, in larga parte sottratti al territorio, dalla riforma sanitaria varata dalla giunta Pigliaru.

Risultati sconfitti dai tentennamenti

L’unità nell’agire aveva prodotto nell’immediatezza anche alcuni risultati apprezzabili. Il coinvolgimento del Prefetto di Sassari e due incontri con l’Assessore Arru. Che sottoscriveva un documento di intesa, che puntualmente però veniva disatteso anche a causa delle immediate divisioni dei sindaci e dei loro evidentissimi tentennamenti partitici. Già dalla metà di dicembre, infatti, erano apparse palesi le intenzioni dei Sindaci dell’Unione dei Comuni. Tra distinguo, silenzi e assenze strategiche, l’unità iniziale ha paurosamente ceduto. Particolare questo che non è sfuggito ad Arru che imperterrito ha continuato quindi nella sua strategia distruttiva. Dato per scontato che “l’unione fa la forza”, e che nel caso specifico dei sindaci, la stessa,  per mancanza di dignità politica, per personalismi e dettati elettoralistici non c’è stata, lo smantellamento della sanità è proseguito inesorabile.”

Dimissioni del singolo considerate inutili

Nessuno sindaco, scrive ancora il comunicato, è riuscito ad avere uno scatto di dignità politica e amministrativa a difesa del proprio territorio. L’unico a dimettersi è stato il sindaco di Tempio Andrea Biancareddu. Al quale però chiediamo di rivalutare con serenità e senso di responsabilità le sue dimissioni.(Alla luce anche dell’incredibile marcia indietro dei colleghi che hanno disatteso ogni loro impegno sul territorio). Ritenendole noi, a questo punto, ai fini della vertenza sanitaria, del tutto inutili”.

Related posts
AttualitàCronacaPolitica

1640 firme per difendere il Dettori

AttualitàCronacaPolitica

Antonio Balata a difesa del Dettori

AttualitàCronaca

Unione dei Comuni interviene su viabilità

AttualitàCronaca

Arrestato 32enne con "hashish afgano"

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *