Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàPolitica

Unione dei Comuni Alta Gallura: impegni titanici per il territorio

L’elezione di Nicola Muzzu a presidente dell’Unione dei comuni Alta Gallura, è stato anche un momento di deciso ma, al tempo stesso, chiaro e diplomatico confronto sulle divisioni che hanno caratterizzato la stessa Unione durante gli ultimi sei, sette mesi. Alla vigilia ormai delle elezioni regionali e durante la Caporetto della Sanità in Gallura, quando gli impegni presi dall’ormai uscente Assessore regionale Arru, puntualmente disattesi, avevano provocato, da parte dei sindaci galluresi, reazioni diametralmente opposte fra loro.

Le “discrepanze” servono anche per analizzare gli errori

Un po’ tutti i sindaci hanno ricordato e menzionato “le discrepanze”, come le ha definite, senza inutili giri di parole, il presidente Muzzu. Non come segno di rivalsa uno sull’altro, ma come momento di analisi serena, perché gli errori compiuti non abbiano più a ripetersi. Non una critica o una inutile autocritica fuori luogo, ha detto qualche sindaco, ma semplicemente una presa di coscienza. E, inoltre, un momento di riflessione collettiva alla ricerca di una maggiore coesione a favore del territorio. Atteso, come ha detto ancora il presidente Muzzu, da impegni giganteschi e problematiche di vitale importanza economica e sociale.

Biancareddu Presidente uscente

Prima dell’elezione del presidente che ha visto l’unanimità dei consensi, (unica scheda bianca quella del diretto interessato), era intervenuto in assemblea anche il sindaco Biancareddu. Presidente uscente e di fresca nomina regionale in attesa dell’ufficialità. Anche lui si è soffermato sulle tensioni. Dopo avere dato lettura dello stato di attuazione della sua presidenza (dalla quale si era dimesso qualche giorno prima della competizione elettorale). Di cui si diceva, “coincise, anche, ha detto il sindaco di Tempio, con i momenti di maggiore difficoltà per la vertenza sanitaria e doverosamente da evitare nell’interesse dei nostri centri”.

Al momento di diffcoltà si risponde con l’unione

In un clima di grande moderazione, sotto questo punto di vista, anche gli interventi dei Sindaci che, pur riconoscendo il momento di difficoltà, si sono detti consapevoli che, “nel rispetto dei ruoli e delle specificità delle singole comunità, solo attraverso l’Unione e in modo unitario e coeso, si possono raggiungere grandi risultati, come dimostrano quelli raggiunti in questi anni passati”. Imponente il programma di semestre della presidenza Muzzu, attesa, oltre che da una caterva di progetti anche sovracomunali, da un allargamento dei confini dell’Unione. “Molti comuni, ha detto, potrebbero o vorrebbero entrare nella nostra Unione. Dobbiamo essere pronti a dare risposte”.

Unione dei Comuni Alta Gallura: impegni titanici per il territorio
Nicola Muzzu, nuovo Presidente Unione dei Comuni Alta Gallura
Related posts
AttualitàCronaca

Ats-Assl si scusa per i disservizi del Centro Trasfusionale

Attualità

Rinnovata la convenzione fra Comune e Protezione civile Alta Gallura. Soddisfatto l’assessore Francesco Quargnenti.

AttualitàCronaca

Centro Trasfusionale del Dettori: un “dejà vu”

AttualitàCronaca

Scandalo al Centro Trasfusionale

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *