Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronaca

Tempio: sequestrati oltre 260mila costumi e decorazioni

Sequestrati a Tempio 260mila costumi e decorazioni e 700 confezioni di giocatoli contraffatti. L’importante operazione, portata a termine dalla Guardia di Finanza del gruppo di Olbia, sotto le direttive del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Sassari si è conclusa brillantemente. Un’operazione contro la contraffazione di costumi e maschere di carnevale, decorazioni e giocattoli, non conformi alle direttive europee ed anche potenzialmente pericolose alla salute.

Lotta alla contraffazione

Un colpo sicuramente pesantissimo per i mercanti che da tempo, su tanti prodotti, hanno aperto, contro lo Stato, una impari lotta. Che deve vedere partecipe attivo, accanto alle Forze di Polizia, anche i cittadini. L’operazione che ha richiesto una complessa attività investigativa, nel caso specifico, si è concentrata su negozi, retti da stranieri nella nostra città capoluogo del Carnevale. Un evento eccezionalmente sentito e caratterizzato da manifestazioni e sfilate. Che vedono la partecipazione di persone provenienti da tutta la regione ed un incremento di acquisti di giocatoli, maschere e costumi. Messi sotto la lente di ingrandimento dalla Fiamme Gialle, cinque esercizi commerciali cittadini, tutti gestiti da soggetti di etnia cinese.

Dalle ispezioni attente, i finanziari hanno potuto verificare la commercializzazione di prodotti contraffatti, ovvero recanti false certificazioni di conformità e senza indicazioni sulla natura, qualità e origine della merce. Inoltre, nel corso delle perquisizioni, rinvenuti costumi e maschere di ogni tipo e giocattoli recanti i marchi contraffatti dei principali protagonisti dei cartoni animati per bambini.  Primo fra tutti “Lol surprise” e “PJ Mask”.

A rischio la salute

“Tutti gli articoli, scrive il comunicato della Fiamme Gialle del Comando di Olbia, erano stati fedelmente riprodotti e confezionati in modo tale da ingannare il consumatore finale. Quest’ultimo inconsapevole di acquistare un prodotto contraffatto. Molti dei prodotti sequestrati, dice ancora la nota, sono risultati immessi nel circuito commerciale, in questo specifico periodo, con un prezzo certamente accattivante. Ma senza alcun rispetto degli standard di sicurezza richiesti severamente dalla normativa comunitaria. Inoltre, in alcuni articoli era stato indebitamente apposto anche il marchio “CE”. Ponendo quindi a rischio la salute dei consumatori ed in particolare dei bambini, cui i prodotti erano in gran parte destinati.

Sulla preponderanza economica e commerciale di mercanti di etnia cinese in città, priva di regole, da tempo, si è aperto un duro confronto con i settori commerciali locali. Di svariati prodotti costantemente messi in crisi da una concorrenza sleale e che non si cura certamente della tutela della salute. L’attenzione si chiede non solo per i giocattoli e per l’abbigliamento, settore pesantemente danneggiato dalla contraffazione, ma anche per altri settori merceologici.

Tempio: sequestrati oltre 260mila costumi e decorazioni

Related posts
Attualità

Un apicultore tempiese aggredito dalla sue api

Attualità

Sequestrati dalla Finanza di Olbia 7 Kg di cocaina per oltre un milione di euro

Attualità

“Gruppo Città di Tempio” pronto al 36 esimo Incontro internazionale del folclore d Isa Bionda

Attualità

Mario Nieddu assessore regionale alla Sanità ispeziona il Paolo Dettori

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *