Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Il Sindaco Biancareddu lascia ed opta per la Regione

Il comune verrà retto da Gianni Addis.

Andrea Biancareddu non sarà più sindaco di Tempio. Questo avverrà da giovedì 4 aprile, data di insediamento del Consiglio regionale e del nuovo esecutivo del presidente Christian Solinas.

Consiglio Comunale

A renderlo noto è stato lo stesso Biancareddu nel corso del Consiglio comunale del 28 marzo. Rispondendo ad alcune specifiche richieste giunte dai banchi dell’opposizione, peraltro complimentatisi tutti per il suo successo elettorale.

La scelta di Biancareddu

“Giovedì prossimo, ha spiegato il Sindaco, sarò chiamato a scegliere fra il nuovo incarico politico di consigliere regionale, attribuitomi dal voto popolare, e l’incarico di sindaco di Tempio assegnatomi a suo tempo dalla mia città. E’ sin troppo evidente, ha detto Biancareddu con un sorriso, che sceglierò di fare il consigliere regionale”. A chi chiedeva delucidazioni sul futuro dell’Amministrazione Comunale, rispondeva, invece, il segretario generale del comune, Silvano Aisoni. Spiegando che, dopo i canonici dieci giorni di riflessione, con la decadenza da sindaco di Biancareddu, l’incarico di governare la giunta ed il comune sarebbe passato nella mani del vice sindaco Gianni Addis.

L’incarico passa a Gianni Addis

Era lo stesso alto funzionario a spiegare che l’incarico a Gianni Addis sarebbe stato valido sino alla prima eventuale finestra utile che si potrebbe aprirebbe per una consultazione elettorale amministrativa.

Amministrative o no?

Chi pensava o sperava che la prima finestra utile per le amministrative fosse quella del prossimo 16 giugno (quando, per esempio, si andrà a votare per il sindaco di Cagliari), è stato però subito tacitato dalle norme e dai numeri. La prima finestra utile, ma soprattutto “valida”, deve aprirsi entro un arco di tempo di 45 giorni. Condizione che potrebbe non verificarsi in questa contingenza.

Sospiro di sollievo delle forze politiche

La presa d’atto di tale possibile stato di cose è stata accolta con un sospiro di sollievo, da esponenti delle diverse forze politiche cittadine. Consapevoli di non essere assolutamente in grado, in questo momento, di affrontare un appuntamento elettorale amministrativo, per mille ragioni sin troppo evidenti.

I Tempiesi si astengono

Non ultima la presa d’atto che, nella recente competizione elettorale per le regionali, quasi il 50 per cento dei cittadini tempiesi non è andato alle urne. Una  discorso che interessa e preoccupa sia la destra che la sinistra tempiese.

I punti all’ordine del giorno

Diversi e variegati gli argomenti affrontati dal Consiglio comunale. Che dopo le interrogazioni e le interpellanze, fra le altre cose, ha approvato con 8 voti a favore  e 4 astenuti la conferma delle aliquote sulla Ta.Si, sull’Imu, sulla Tari e sull’addizionale Irpef. Approvato all’unanimità, invece, il regolamento per l’occupazione di spazi e aree pubbliche.

Related posts
Attualità

Cimitero di Nuchis totalmente dimenticato

AttualitàCronacaPolitica

Bilancio: esame frettoloso e superficiale

AttualitàPolitica

Tempio: Consiglio Comunale al cardiopalma

AttualitàCronaca

Colpo alla gioielleria Cadoni

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *