Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Giunta: interventi per completare opere pubbliche

Oltre un milione di euro fra maggio e dicembre. Nel mirino palestre abbandonate, impianti sportivi dimenticati e persino un impianto ancora inservibile nonostante siano stati già spesi oltre due milioni di euro.

La giunta comunale di Tempio, ormai orba di Andrea Biancareddu, dopo le sue dimissioni da sindaco per incompatibilità con lo stato di consigliere regionale, con un comunicato, a firma del vice sindaco Gianni Addis, (che guiderà l’esecutivo sino alla prima eventuale finestra utile per una consultazione elettorale amministrativa), e di Francesco Quargnenti, assessore ai lavori pubblici, ha reso noto, un corposo elenco di interventi su palestre, impianti sportivi ed edifici pubblici di diverso genere. Che dovranno essere realizzati, entro quest’anno, per un importo complessivo che supera abbondantemente il milione di euro.

Elenco datato

Nell’elenco, peraltro già anticipato alcune settimane fa proprio da Andrea Biancareddu, si trovano: palestre ed impianti sportivi, alcuni dei quali vergognosamente abbandonanti da tempo già dalla precedente e disastrosa giunta Frediani, altri oltraggiati dai vandali, qualche altro ancora, infine, semplicemente inutilizzabile, (seppur inaugurato fasullamente già altre due volte), per una serie di errori progettuali. Che stando ad una recente analisti resa di pubblico dominio dal ricercatore Luigi Piga, sono costati finora alla comunità, oltre due milioni di euro.

Palazzetto polifunzionale

Stiamo parlando del  Palazzetto polifunzionale accanto al campo sportivo Nino Manconi. Per il quale saranno spesi, in opere che ci si augura siano definitive, altri 40 mila euro. Senza però che lo stesso possa aspirare a diventare polifunzionale non avendone i requisiti.

Lungo elenco

Questo, invece, l’elenco delle altre opere che, dovrebbero trovare compimento entro la fine  dell’anno. “Realizzazione del manto sintetico, dell’impianto di illuminazione e delle recinzioni, nel vecchio e glorioso campo sportivo Bernardo Demuro, per complessivi 674 mila euro. Realizzazione integrale di Piazza XXV aprile con l’impiego di 252 mila euro. Rifacimento del sinistrato palazzetto Covre, attualmente inagibile, per 280 mila euro e ripristino dell’altrettanto disastrato campetto comunale Fois nel quartiere Spinsateddu  per 40 mila euro. Già colpito alcuni mesi fa da una consistente perdita di gasolio di cui ancora oggi si tacciono le conseguenze sul terreno.

Caserma Vigili del fuoco

Nell’elenco troviamo anche la tanto attesa copertura della caserma dei Vigili del fuoco per 165 mila euro. Il restyling della facciata del Palazzo comunale con 100 mila euro. E, inoltre, la realizzazione di un campetto di calcetto in sintetico a Bassacutena per 78 mila euro. Previsti anche 38 mila euro per i lavori di completamento dell’area esterna in Via Stazione Vecchia. 278 mila euro per la realizzazione di un  percorso pedonale e di una pista ciclabile in Via Togliatti. E Infine 14 mila euro per l’efficientemento energetico della scuola materna di Spinsateddu.

Museo Multimediale

Ed ancora: la realizzazione, su un arditissimo progetto di Renzo Piano, del “Museo multimediale” all’interno dello Spazio Faber, finora desolatamente vuoto, spesso chiuso e mal gestito, non per colpa dei ragazzi che periodicamente vi stagionano e  che fra qualche mese finiranno il loro incarico, quanto piuttosto per vedute diverse di qualche amministratore che forse preferirebbe avere sottomano qualcosa di più prosaico.

Progetto non gradito?

Un progetto forse non gradito da qualche mente tempiese che ha gia usufruito, nel 2014, oltre che dei finanziamenti dell‘Unione dei comuni Alta Gallura anche dei finanziamenti del Gal Gallura-Gallura, (Alà dei Sardi, Berchidda, Buddusò, Monti  ed Oschiri). Non realizzare il progetto di Renzo Piano o pensare di destinare ad altro uso quel luogo, ( come qualche cittadino paventa), sarebbe davvero una scelta scellerata.

Related posts
AttualitàCronaca

Olbia: Rom brucia rifiuti pericolosi

AttualitàCronaca

Arzachena: rinascita del centro col Piano strategico

AttualitàCronaca

La Maddalena: 19 lavoratori in nero, 7 denunciatI

AttualitàCronaca

Alghero: rapina in un noto bar del centro

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *