Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPoliticaTradizioni

Stazione e i parchi “Grandi” e delle “Rimembranze”:Waterloo dell’Amministrazione

Abbandonate, sporche, mal curate. Proteste inascoltate. Arst assente nella Stazione. Tempio esclusa proditoriamente anche dagli itinerari del Trenino Verde.

A Tempio, con l’arrivo dei primi timidi tepori primaverili e con l’allungarsi delle giornate che invitano a gite “fuori porta” o a rilassanti passeggiate, appare sempre più evidente all’intera città lo stato di degrado in cui versa il compendio della Stazione ferroviaria, (oggi terminal Arst), il Parco Grandi e il sovrastante Parco delle Rimembranze. Assurto ormai al rango di orinatoio per cani, e, all’occorrenza, a deposito di rifiuti anche pericolosi, come i contenitori di metadone e siringhe, recentemente segnalati da diverse famiglie, incredule di fronte alla noncuranza in cui l’amministrazione comunale in primo luogo e Arst, per quanto concerne la Stazione Ferroviaria, sta lasciando i siti.

Degrado

Oggi, riservandoci di riferire, con più dovizia di particolari, sul degrado dei due Parchi (Rimembranze e Grandi), vogliamo soffermarci, invece, ancora una volta  sulla Stazione Ferroviaria. Dove l’elegante palazzina a due piani, costruita nel 1929, un tempo bellissima. Set di film e documentari. Restaurata diversi anni or sono con Fondi europei, risulta essere oggi nel più totale degrado. Devastata dall’acqua che penetra dal tetto e dagli infissi, dalla muffa e, al primo piano, da tonnellate di guano puzzolente ed inquinante.

Giuseppe Biasi

Al piano terra invece, alle pareti di quella che una volta era l’elegantissima sala d’aspetto, abbandonate a loro stesse, intaccate, purtroppo in maniera evidentissima, dalla muffa e dai liquami del guano che penetra dal piano superiore,  vi sono le bellissime tele di Giuseppe  Biasi. Notissimo pittore, incisore ed illustratore sassarese, figura importante dell’illustrazione e della pittura sarda. Opere da proteggere e restaurare con somma urgenza, visionate alcuni mesi or sono anche dai carabinieri del Nucleo Patrimonio Artistico di Cagliari.

Mancanza di Fondi

Qualche tempo fa, l’Arst, senza mezzi termini, ad un cittadino tempiese che scandalizzato aveva denunciato lo stato di abbandono, rispondeva testualmente con una lettera, “di non avere un progetto esecutivo per intervenire e soprattutto di non avere risorse per le tele di Biasi”.

I due litiganti

Eppure, qualche anno fa, Andrea Biancareddu, sindaco di Tempio e Mario Addis, segretario del Pd tempiese, accapigliandosi sui giornali, si vantavano di essere riusciti, ognuno per proprio merito, di avere ottenuto, per il restauro dei quadri di Biasi, dal progetto governativo “Bellezza@governo”, (ideato da Palazzo Chigi, ai tempi di Renzi), 540 mila euro. Nessuno sa più dove questa somma sia andata a finire. Non meno scandalose, infine, appaiono le svariate tonnellate di ferro dei vecchi vagoni e delle locomotive ammassate, da decenni sul sito, che rischiano di inquinare anche l’acqua della fontana di Pastini, ancora oggi utilizzata dal popoloso omonimo quartiere e dalla città in generale.

Scippato anche il Trenino verde. Quando piove sul bagnato.

Il Trenino verde che da aprile a settembre avrebbe dovuto portare a Tempio un centinaio di turisti al giorno sulla tratta Tempio- Palau, quest’anno non ci sarà.

Operatori locali sul piede di guerra

A renderlo noto, decisamente arrabbiati, sono alcuni operatori locali. “Il motivo dell’esclusione della nostra città dall’itinerario del Trenino verde, spiegano alcuni di loro, deriva dalla mancata manutenzione della tratta Tempio – Palau che qualche anno fa, a qualche chilometro dalla città, registrò anche un rovinoso deragliamento, (per la mancata manutenzione della linea ferroviaria da parte dell’Arst), con molto spavento per gli occupanti rimasti miracolosamente illesi.

Cento turisti in meno al giorno

“Verranno a mancare, dice un operatore del centro, almeno cento visitatori al giorno. Un danno enorme di cui sono responsabili  l’Arst e i nostri Amministratori”.

Come dire piove sul bagnato!

Related posts
Attualità

Un apicultore tempiese aggredito dalla sue api

Attualità

Sequestrati dalla Finanza di Olbia 7 Kg di cocaina per oltre un milione di euro

Attualità

“Gruppo Città di Tempio” pronto al 36 esimo Incontro internazionale del folclore d Isa Bionda

Attualità

Mario Nieddu assessore regionale alla Sanità ispeziona il Paolo Dettori

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *