Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronaca

Ospedale di Tempio: starebbe per chiudere la Chirurgia

La decisione sarebbe giustificata dall’Ats e dall’Assl con la carenza di personale. Sull’incredibile provvedimento, l’Onorevole Mara Lapia, del Movimento 5 Stelle, presenta un’interrogazione al Parlamento. Duro intervento del Consigliere regionale (Assessore in pectore), Andrea Biancareddu; di Mario Nieddu, neo Assessore Regionale alla Sanità e alle Politiche Sociali e di Dario Giagoni, Capogruppo Consiliare della Lega Salvini Sardegna in Regione.
Un pugno alla stomaco

La notizia è stata resa nota in mattinata da un infuriato Andrea Biancareddu, che ha cercato inutilmente di mettersi in contatto con i massimi vertici dell’Azienda sanitaria. Un pugno allo stomaco che lascia senza fiato la città e l’intero bacino le cui popolazioni fanno riferimento al Presidio Ospedaliero di Tempio.

Atto ostile

“Giudico questo provvedimento, attacca Biancareddu, come un vero e proprio atto ostile, non solo nei confronti del territorio di pertinenza del Dettori ma anche nei confronti dell’Esecutivo regionale che va ad insediarsi. Un atto ancora più subdolo e proditorio, sottolinea il consigliere regionale tempiese, perché attuato in un momento di transizione quando l’Esecutivo ed il Consiglio non sono ancora pienamente operativi.

Diffida

Per quanto mi compete, prosegue Biancareddu, sin d’ora, diffido il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano e quanti gerarchicamente: Primario e Direttrice sanitaria, hanno la responsabilità di quest’atto, dal proseguire nell’attuazione.

Patti disattesi

L’atto, sottolinea Biancareddu, è ancora più grave se si considera che il 7 dicembre scorso a Sassari di fronte al Prefetto, l’allora assessore Arru aveva firmato con i Sindaci del territorio un protocollo d’intesa dove per la Chirurgia si era concordata la nomina di un Direttore stabile di altissimo profilo, capace, non solo di operare, ma di essere anche guida e maestro per gli altri medici. Quel patto che prevedeva anche la creazione di un reparto di terapia semintensivo con dotazione strumentale adeguata, due letti, ed un organico multidisciplinare utile anche per altri reparti come ad esempio la cardiologia, è stato proditoriamente disatteso su tutta la linea”.

Mario Nieddu

Sullo stesso argomento con una nota comune intervengono anche il neo assessore alla Sanità e alle Politiche Sociali della Regione Autonoma della Sardegna, Mario Nieddu ed il capogruppo consiliare della Lega Salvini Sardegna in Regione, Dario Giagoni. ““Non vogliamo eliminare servizi è l’incipit della nota congiunta. Al contrario, l’intenzione è quella di potenziarli, in modo particolare nei territori disagiati”. Dal primo giorno in assessorato, scrive Nieddu, ho dato via a una ricognizione sull’intera rete ospedaliera che ci consentirà di fare le giuste valutazioni e attivare le soluzioni migliori per il raggiungimento degli obiettivi. Abbiamo dei punti fissi a cui non vogliamo rinunciare e abbiamo preso un impegno preciso con i sardi. Non abbiamo la bacchetta magica per risolvere i tanti problemi lasciati irrisolti. Serve tanto lavoro e su questo potranno contare i malati dell’isola e le loro famiglie, che non saranno lasciate sole da questa amministrazione regionale”.

Dario Giagoni

La posizione è condivisa da Dario Giagoni. L’ospedale di Tempio, scrive la nota, svolge un’importante funzione di presidio sul territorio gallurese. Mantenere i servizi significa mettere al centro la salute dei cittadini. Su questo aspetto sosteniamo a pieno la linea dell’assessore Nieddu”. Completamente all’oscuro della notizia invece, alle 13 dell’11 aprile, si dice l’addetto stampa dell’Assl di Olbia. Che si è riservato eventualmente di chiedere lumi alla Direzione Sanitaria.

Related posts
Attualità

Paratissima arriva a Tempio e trasforma i suoi palazzi

AttualitàAvvisi

Disservizi Abbanoa per Tempio e comuni limitrofi

Attualità

Celebrato domenica 28 luglio il 36 esimo anniversario della strage di Curragghja

Attualità

Replica Unione dei Comuni Alta Gallura a Cooperativa Tramuntana

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *