Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronaca

Mamme difendono il Vecchio Caseggiato

Ammessa però la scarsa pulizia. “La nostra scuola non sempre brilla per la pulizia.

A distanza di qualche giorno dalla lettera di un genitore che, a nome anche di altri, criticava la scarsa pulizia nella scuola e, inoltre alcune regole di conduzione del Vecchio Caseggiato scolastico di Piazza della Libertà. Fra cui, la più eclatante, il divieto per gli alunni, di andare in bagno “oltre una certa ora per non ostacolare gli addetti alle pulizia”; arriva ora un’altra lettera a firma di 38 genitori che si dissociano completamente dalla precedente.

Elogio

“Siamo un gruppo di genitori  che ogni mattina, affidiamo i nostri figli a quella maestra che cura corpo, mente, e anima, che è mamma premurosa e severa, che è papà giocherellone, che è nonna con mille racconti, che è dottore per quel mal di pancia o quel mal di testa che con un abbraccio o una coccola passa subito. Li affidiamo, prosegue la missiva,  a quel collaboratore scolastico che li accoglie sorridente quando la mattina c’è poca voglia di entrare e si fa qualche capriccio, che li controlla se in bagno qualcuno vuole fare uno scherzo.

Scarsa pulizia

È vero, prosegue la lettera, (riferendosi ad altre recenti segnalazioni non benevole), che la nostra scuola non sempre brilla per la pulizia, che ci sono state giornate più fredde in cui abbiamo messo un’ulteriore felpa, che ci sono giorni in cui la maestra urla di più e la collaboratrice non sorride. Anche loro sono persone che vivono la loro “battaglia” quotidiana.

Dialogo

E’ altrettanto vero però che la nostra scuola profuma di risate di bambini che giocano, caldissima di amore per i nostri figli, di rispetto e di educazione tra colleghi.  Aperta alla famiglia che ha un problema e a quella che ha una proposta da condividere. Ai nostri figli, conclude infine la lettera,  vogliamo insegnare ad osservare il bello attorno a noi e ad essere collaborativi affinché ciò che non funziona possa, in qualche modo, essere sistemato, con il buon senso e soprattutto con il dialogo”.

Segnale opposto

Di segno diametralmente opposto e meno da “mulino bianco” la lettera inviata il nove aprile da una mamma che, firmandosi con nome e cognome e affermando di essere portavoce di diversi altri genitori, aveva segnalato, oltre che la scarsa igiene nell’intero Istituto, (documentato da lei stessa con una serie di foto), il divieto per i bimbi di usufruire dei servizi igienici dopo una certa ora. “So bene, scriveva la signora, che dopo questa mia lamentela pubblica si scatenerà l’inferno ed in molti andranno alla ricerca dell’autore piuttosto che intervenire su una situazione inconcepibile che perdura ormai da lunghissimo tempo”.

Related posts
Attualità

Cimitero di Nuchis totalmente dimenticato

AttualitàCronacaPolitica

Bilancio: esame frettoloso e superficiale

AttualitàPolitica

Tempio: Consiglio Comunale al cardiopalma

AttualitàCronaca

Colpo alla gioielleria Cadoni

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *