Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Quargnenti: “sul Canile Mario Addis abbaia al vento.”

Disinformato da sempre,  a suo tempo ha remato contro la struttura anche contro i suoi stessi alleati.

“Per il canile di Padulo, finito arredato e corredato, sono già in corso le procedure per l’affidamento sia del Canile sanitario che del Canile rifugio. Tutte e due in attesa della definizione delle pratiche burocratiche per la loro consegna. Procedimento non certamente facile, viste le complessità amministrative delle due concessioni che da tempo però, assieme a tutto l’esecutivo, sto seguendo con la massima attenzione.”

Francesco Quargnenti

A parlare in questo modo, rispondendo alle recenti accuse di inefficienza formulate dal segretario Pd, Mario Addis, è l’assessore Francesco Quargnenti, chiamato in causa “per non essere riuscito, dopo quattro anni e mezzo di chiacchiere, secondo Mario Addis, a metter in funzione i due canili di Padulo, (canile sanitario e canile rifugio), nonostante le periodiche e roboanti promesse”. “Mario Addis dimentica che quando lui era assessore, del canile c’era solo l’idea e soprattutto le beghe intestine al suo partito. Dimentica anche che, apertis verbis, si era schierato contro il suo collega di giunta, Nicola Luciano che si batteva perché l’idea diventasse progetto fattibile”.

Solitudine politica

Oggi Mario Addis, dall’alto della sua solitudine politica, come è sua abitudine, prosegue l’Assessore, si presenta paladino di un’opera che non conosce. Liberata, da una difficilissima situazione burocratica nella quale la giunta Frediani l’aveva fatta precipitare, proprio dal sottoscritto. Che sul canile aveva ricevuto una delega specifica del sindaco Andrea Biancareddu”.

Lungo percorso

“I lavori, fermi da secoli sono andati avanti e sono stati terminati nel pieno rispetto delle leggi e delle severe norme sanitarie”. Puntigliosamente, nella sua risposta, l’assessore Quargnenti, ricorda il lungo percorso ed il superamento di momenti burocraticamente difficilissimi, come l’unificazione in due lotti contigui dell’opera, che, in prima battuta, era stata prevista su due lotti frontali, divisi però dalla statale 133 Tempio-Palau. Condizione che mai avrebbe consentito per motivi di sicurezza, l’entrata in funzione della struttura.

Urgenza

Francesco Quargnenti, ammette le difficoltà che la chiusura del canile Europa, creeranno in città. “La vicenda però, afferma, è un ulteriore sprone per accelerare, i tempi burocratici per l’affidamento della struttura che offre ampi spazi di  interventi. Dal ricovero e dalla cura dei cani nel Canile sanitario, per esempio, all’ospitalità negli ampi moduli box perfettamente attrezzati per il benessere degli animali. Con buona pace di Mario Addis fiero oppositore dell’opera”.

Related posts
Attualità

Cimitero di Nuchis totalmente dimenticato

AttualitàCronacaPolitica

Bilancio: esame frettoloso e superficiale

AttualitàPolitica

Tempio: Consiglio Comunale al cardiopalma

AttualitàCronaca

Colpo alla gioielleria Cadoni

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *