Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Cimitero di Nuchis totalmente dimenticato

Le segnalazioni e le proteste dei cittadini fatte proprie anche dall’assessore alle frazioni Aurora Careddu di Nuchis sempre inascoltate.

Degradato

“Il cimitero di Nuchis da anni immemorabili è degradato, sporco, pericolante in alcuni parti e palesemente dimenticato dall’amministrazione comunale”. A scrivere in questo modo nel pomeriggio di Pasqua, sono stati un gruppo di cittadini Nuchesi, “stanchi, scrivono, di quattro anni di promesse non mantenute dall’amministrazione comunale”. Il cimitero, incastonato a monte del paese nel compendio sacro, accanto alla chiesa parrocchiale ed al Santuario dei Santi Cosma e Daminano, è un pugno alla stomaco.

Comune assente

“I due cancelli d’ingresso, arrugginiti, in alcune parti cadenti, mai tinteggiati non vengono chiusi la notte. Il cimitero perciò risulta essere pascola brado per animali selvatici e cani randagi. Evidentissimi su qualche tomba i segni dei loro tentativi di scavo alla ricerca di cibo. Ma non basta. I vialetti di accesso alle tombe e tutt’intorno i segni della trascuratezza sono la spia inesorabile di una manutenzione,(di pertinenza comunale ), mai fatta o raffazzonata. “C’è di più purtroppo scrivono i cittadini. Da mesi stiamo segnalando il crollo di consistenti pezzi di cornicioni dai loculi, tanto da rendere pericoloso persino portare dei fiori ai nostri cari.” I cittadini esonerano dalle responsabilità l’assessore Aurora Careddu. “Sappiamo dicono delle sue segnalazioni, rimaste però inascoltate.” Precise e senza appello le richieste.

Convenzione non rispettata

“A Gianni Addis, nuchese, assurto ora alla guida del comune, chiediamo di intervenire al contrario di quanto ha fatto l’ex sindaco Andrea Biancareddu. Chiediamo che, da subito, così come ogni sera vengono chiusi i due edifici sacri vengano chiusi anche i cancelli del cimitero, Chiediamo che nella manutenzione venga fatta rispettare la convenzione che regola la materia fra Comune e gestore. Chiediamo, infine, un immediato intervento sui cornicioni pericolanti dei loculi e sui cancelli sgretolati dalla ruggine”

Related posts
AttualitàCronaca

Olbia: Rom brucia rifiuti pericolosi

AttualitàCronaca

Arzachena: rinascita del centro col Piano strategico

AttualitàCronaca

La Maddalena: 19 lavoratori in nero, 7 denunciatI

AttualitàCronaca

Alghero: rapina in un noto bar del centro

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *