Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

Attualità

Problematica applicazione regolamento Cosap

Polemiche sulla disparità di trattamento da parte dell’amministrazione comunale. Perché agli Esercizi pubblici si impone il rispetto di regole; anche finanziariamente pesanti sul decoro urbano; e ad altri cittadini si consente, senza colpo ferire, di esporre all’esterno, da anni, i condizionatori; nonostante ci sia una delibera sindacale che lo vieta e che prevede lo smantellamento d’imperio da parte del Comune? A Tempio Pausania figli, figliastri e bastardi.

A Tempio la legge non è Uguale per tutti

Ai primi del prossimo mese di maggio entrerà in funzione a Tempio, per bar e ristoranti, il così detto “Regolamento Cosap”; (Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche). Che dovrebbe, realizzare una porzione minima di quel sogno infranto, definito a suo tempo misteriosamente: “Rigenerazione Urbana”.

Mancanza di attributi

“Rigenerzione Urbana” mai attuata, in tutta la sua interezza, non per mancanza di fondi ma per l’assenza dei giusti attributi politici ed amministrativi. Attributi, invece, che si stanno mostrando con gli esercizi pubblici; diversi dei quali già si preparano, ai ricorsi e contro ricorsi, alla prima contestazione di inadempienza. Il nuovo regolamento sull’occupazione di suolo pubblico all’esterno dei locali che prescrive anche la tipologia di arredi, è stato approvato definitivamente, dopo una serie di confronti ed anche scontri, il 28 marzo scorso con la delibera numero 6.

Delibera importante

Un delibera importante per il decoro e l’immagine della città, sicuramente difficile da accettare in alcuni casi. Non tanto per l’idea di omogeneità e armonia che contraddistinguerà le diverse aree pubbliche, quanto piuttosto per le spese enormi che diversi esercizi dovranno sobbarcarsi per adeguarsi. Da non trascurare, ovviamente, anche le opinioni di parti terze che ritengono che il Cosap sia una misura da adottare e far rispettare rigorosamente, con qualche appunto però.!

Amministrazione Forte con i deboli

“Ben vengano le regole, dice un noto architetto gallurese, Tempio sarà sicuramente una città meno “arlecchina”, dove ogni operatore commerciale per arredare il proprio esercizio faceva quello che gli passava per la testa. Peccato però che la stessa fermezza che si sta attuando con i baristi o i ristoratori, l’amministrazione non la stia attuando per esempio anche nel divieto di transito veicolare nel centro storico o nel divieto dei climatizzatori all’esterno delle case, vietati da una precisa ordinanza del sindaco, platealmente disattesa senza mai colpo ferire”.

Piazza Fabrizio De Andrè

“Una per tutte, su altri mille siti, Piazza Fabrizio De Andrè. Vedremo, dice l’architetto, se uguale “liberalità” verrà mostrata dalla giunta  anche con i baristi che non si adegueranno alle regole dei nuovi dehors. Non perché non piaccia. l’idea ma semplicemente per mancanza di pecunia. Quel vile denaro la cui possibile mancanza veniva ipotizzata da qualche operatore durante un terrificante confronto, alcuni mesi fa in una sala comunale, nelle totale indifferenza di due amministratori comunali, (una volta amici oggi nemici acerrimi), con magnifica indifferenza non essendo evidentemente un loro problema. Esempio ammirevole di partecipazione alle preoccupazioni del cittadino lavoratore”.

Figli e Figliastri

“Ora, come è costume di Tempio, si apre un dibattito forte, dove si parla di figli e figliastri, che occorrerebbe davvero affrontare a viso aperto e soprattutto con l’animo libero da orpelli partitici o dall’incubo di elezioni amministrative che potrebbero essere dietro l’angolo e che, comunque vada, sono sicuramente in programma fra poco meno di dieci mesi. “Il nuovo regolamento Cosap, dice in una lunga nota, che merita sicuramente di essere più ampiamente illustrata, l’ex vice sindaco Anna Paola Aisoni, (ora sull’Aventino assieme all’ex assessore Alessandra Amic ed al consigliere Massimiliano Pirrigheddu), costituisce un importante passo concreto del più generale ed ambizioso progetto di Rigenerazione Urbana. Iniziato nel settembre 2016, che però occorrerebbe assolutamente riprendere sotto molti aspetti”.

Related posts
AttualitàEventi

Rete Europea sul Mercato del Lavoro a Tempio

AttualitàEventiGiovani

Oktobeer Fest a Tempio

AttualitàCulturaEventiGiovani

Fidali del '75 all’opera per raccogliere fondi

AttualitàAvvisi

Iniziano i colloqui per assunzioni nel Servizio Civile

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *