Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Delibera comunale per i due Canili di Padulo

Indagine conoscitiva dell’Assessore Francesco Quargnenti su eventuali interessi alla gestione delle due strutture. Critico il Pd Tempiese che denuncia impreparazione e pressapochismo.

L’assessore Francesco Quargnenti con delega ai finora inutilizzati canili comunali di Padulo, è, stato di parola e così come aveva assicurato, ha pubblicato un’apposita delibera; “al fine di conoscere eventuali proposte progettuali per la gestione dei due canili di Padulo”. A scanso di equivoci, la delibera chiarisce che: “l’Amministrazione, con quest’atto, intende solo accertare, in termini esplorativi, se qualcuno ha proposte da fare. Non è indetta perciò alcuna procedura di gara, avverte la delibera, e per eventuali risposte non sono previste graduatorie di merito o attribuzioni di punteggi”.

Polemiche riaccese

La delibera che arriva a distanza di qualche settimana dal provvedimento giudiziario che ha chiuso il canile Europa; (dove sono alloggiati anche i randagi tempiesi al costo di trenta mila euro l’anno), lungi dal placare le polemiche sull’argomento, le hanno riaccese. “Si tratta di una delibera fasulla. Scrive in un comunicato Mario Addis segretario del Pd tempiese, che non serve assolutamente a niente, che allontana l’apertura dei canili e che dimostra la grande confusione nella quale il dimezzato esecutivo tempiese sta ormai boccheggiando. Le affermazioni di Francesco Quargnenti, scrive Mario Addis, hanno davvero le gambe corte. Sino a qualche giorno fa, l’assessore proclamava ai quattro venti che la chiusura del canile Europa non avrebbe creato a Tempio alcun problema in quanto l’Amministrazione era in procinto di bandire la gara per l’affidamento”.

Delibera Fasulla

“Oggi con una delibera sicuramente fasulla, forse anche non legittima, elemosina ai quattro venti, idee, progetti e suggerimenti che, attenzione! non daranno al cittadino alcun diritto nel caso si arrivasse ad una eventuale “gara di appalto regolamentare”. Eppure, scrive ancora il segretario Pd, è da quattro anni che Francesco Quargnenti e company ci propinano sui due canili, (e non solo), una serie di storie fantasiose attribuendosi meriti che non hanno, ed azioni mai compiute. La realtà è che, così come la stessa delibera odierna dimostra, non hanno la benché minima cognizione di cosa fare e fingendo di coinvolgere “simpaticamente” la gente, prendono solo tempo così come per tanti altri gravi problemi.

Lo spettro di Rinagghju

L’ultimo in ordine di tempo, conclude Addis, è l’avviso esplorativo  che elemosina  “proposte progettuali” per la riqualificazione del Compendio di Rinagghju e per la progettazione di quello che sarebbe dovuto essere il Centro Fitness, oggi ridotto ad un magazzino nonostante la presenza all’interno di alcuni lavori di pregio già eseguiti. Pascolo abbondante, conclude Mario Addis, per la già avviata campagna elettorale delle prossime amministrative”.

Related posts
Attualità

Finanziamenti negati ai disabili

Attualità

A Tempio una giornata di studio sulla Sclerosi multipla

Attualità

Rischio idraulico e idrogeologico per domenica 25 maggio

AttualitàCronacaPolitica

1640 firme per difendere il Dettori

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *