Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

Antonio Balata a difesa del Dettori

Antonio Balata a difesa del Dettori

Serie di altre interrogazioni delle Minoranze Consiliari. Il medico pediatra Antonio Balata, capogruppo consiliare di Tempio Libera; suona la carica a difesa del Paolo Dettori di Tempio, “pesantemente penalizzato, afferma, dalla precedente Giunta Pigliaru”.

Lo ha fatto con una stringata ma efficace interrogazione nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale. Che ha visto la decadenza dal suo incarico del Sindaco Andrea Biancareddu, (dopo la sua elezione nel Consiglio regionale); e, inoltre, l’affidamento della più alta poltrona del Comune all’assessore Giannetto Addis sino alla prima tornata elettorale amministrativa.

Territorio Gallurese rappresentato in Regione

“La recente conclusione della procedura di nomina degli Assessori Regionali ha permesso di constatare, scrive Balata nella sua interrogazione, che il territorio gallurese è molto ben rappresentato nell’Esecutivo Regionale. Ritengo pertanto che l’Amministrazione Comunale si debba, seriamente, fare portavoce delle istanze di Tempio e dell’intero territorio di pertinenza, soprattutto in tema di Assistenza Sanitaria.

Rivisitare le decisione della precedente Giunta Regionale

Infatti, stando ai programmi della coalizione che ha conquistato il Governo della Regione, fra i primi provvedimenti dovrebbero essere riviste le decisioni assunte dalla Giunta Pigliaru, relativamente alla costituzione dell’Ats. Sarebbe opportuno che l’Amministrazione comunale pretendesse dall’Assessore alla Sanità, interventi immediati e risposte definitive sullo Stabilimento ospedaliero Paolo Dettori. E’ indispensabile, infatti, capire, dice ancora Balata, se l’attuale Esecutivo Regionale intende attuare per il Dettori i tagli deliberati dal precedente Esecutivo; contenuti in una legge di riordino della rete ospedaliera, peraltro, non ancora approvata dal Ministero alla Salute”.

Sottolineata da Antonio Balata l’urgenza della sua richiesta. L’interrogazione del medico, però non è stata l’unica dell’ultima Seduta consiliare che si è contraddistinta soprattutto per il numero di interrogazioni sui più disparati argomenti con tutti i consiglieri di minoranza. Antonio Balata e Monica Liguori per Tempio Libera, Daniela Campra, Sebastiana Carta e Antonio Addis per ripensare Tempio. Già detto precedentemente della lunga e articolata interpellanza di Antonio Addis, le altre interrogazioni hanno riguardato i lavori per la realizzazione della Caserma dei carabinieri, definiti “una lunga e pericolosa telenovela”, sulla tempistica sbagliata degli eventi estivi peraltro non ancora resi noti, sul degrado dei cimiteri soprattutto delle frazioni sull’altra “soap opera” del Parco delle Rimembranze e di Piazza XXV aprile ed infine sul totale fallimento della Giunta relativamente alle politiche sociali “sulla cui gestione ci sarebbe da aprire un lungo discorso”.

Related posts
Attualità

Finanziamenti negati ai disabili

Attualità

A Tempio una giornata di studio sulla Sclerosi multipla

Attualità

Rischio idraulico e idrogeologico per domenica 25 maggio

AttualitàCronacaPolitica

1640 firme per difendere il Dettori

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *