Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronacaPolitica

La giunta trascura la condizione sociale

La giunta trascura la condizione sociale

Ritardi, silenzi, omissioni. Più importanti le strategie elettorali per la formazione del prossimo esecutivo.

Con un duro comunicato stampa emesso a firma di  Monica Liguori del gruppo consiliare Tempio Libera, l’esecutivo comunale, viene accusato di trascurare la condizione sociale.

In balia degli eventi

“La condizione sociale a Tempio è assai preoccupante, dice l’incipit del comunicato. Famiglie, persone sole e disabili sono lasciati in balia delle onde; a causa di una gestione politica delle risorse che, pur nella disponibilità dell’amministrazione la stessa non eroga. Non già per cattiva gestione da parte degli uffici comunali, scrive l’avvocato Liguori, quanto piuttosto per i cronici ritardi dell’amministrazione comunale nel dettare le direttive per la destinazione dei fondi”. Il documento, fra le carenze addebitate all’esecutivo, elenca:

  • il Bilancio in ritardo,
  • la mancanza dell’assessore ai Servizi sociali, (di pertinenza del sindaco Biancareddu ormai decaduto),
  • e la carenza di competenze proprie dei componenti la giunta.  

“Uno stato di cose, scrive Liguori, che sta determinando uno stallo totale dei fondi non solo verso i disabili, come abbiamo appreso dalla Nuova sabato scorso, ma anche  ad altre categorie di persone in difficoltà. Come ad esempio, coloro che hanno necessità di avere cibo, di pagare un canone di locazione, di  comprare una bombola per cucinare e riscaldarsi o di pagare una bolletta della luce.

Spartizione di Poltrone

“In sede consiliare, scrive Monica Liguori, abbiamo decisamente chiesto che la giunta Addis proceda immediatamente alla nomina dell’assessore ai servizi sociali. Ciò, ancora non solo non è stato fatto, ma neppure se ne parla. In sede consiliare si è ben rappresentata la criticità sociale della nostra città, Addis e company, però, sono alle prese con la spartizione e l’assegnazione delle poltrone, per quest’ultimo scorcio di legislatura, piuttosto che avere a cuore progetti a favore della comunità e soprattutto di coloro, e sono tanti, che hanno più problemi e necessità”. “I nostri studi professionali, denuncia infine Monica Liguori, si stanno trasformando in una sorta di ufficio di assistenza sociale, proprio per l’incuria che l’esecutivo sta dimostrando”.  

Denuncia

Il comunicato della consigliera di Tempio Libera, giunge all’indomani della denuncia di un genitore di un ragazzo disabile che proprio attraverso le pagine della Nuova,  rendeva noto che il Comune di Tempio nel 2019 è  “l’unico in Sardegna a non avere ancora erogato i finanziamenti della Legge regionale 162 alle famiglie che hanno al loro interno congiunti con grave disabilità. Questo nonostante il Comune sia in possesso delle somme dovute già dall’inizio dell’anno”.

Related posts
Attualità

Per le donne mastectomizzate bracciali elastico-compressivi inaccessibili

Attualità

Le minoranze consiliari spronano la giunta con diverse interrogazioni.

Attualità

Cambio al vertice dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Olbia e Porto Cervo

Attualità

Approvato primo lotto funzionale nel compendio Pischinaccia- Rinagghju.

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *