Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

Attualità

Replica Unione dei Comuni Alta Gallura a Cooperativa Tramuntana

Tramuntana non ha partecipato alla gara.

L’Unione dei Comuni Alta Gallura, concessionaria dal 2002 del Porto Isola Rossa, gestito direttamente sin dall’avvio con personale proprio e, dal 2013, anche con l’apporto di ditte esterne per l’espletamento dei servizi minori, in una conferenza stampa presieduta dal presidente Nicola Muzzu (sindaco di Aggius) e dalla Segretaria generale Franca Murgia, risponde a muso duro ad un recente pesante attacco arrivato dalla Cooperativa Tramuntana, affidataria fino a qualche mese fa, di alcuni servizi, che non ha però partecipato alla recente gara d’appalto, “ritenendo l’offerta economica non conveniente”.

Comunicato Unione. La stessa Cooperativa, dopo l’espletamento della gara, andata ad appannaggio di altri, qualche giorno fa su la Nuova, aveva attaccato pesantemente i vertici dell’Unione dei Comuni adombrando ombre non piacevoli. “La Cooperativa Tramuntana, si legge fra le altre cose nel comunicato di risposta dell’Unione, si è costituita nel 2014. Non si comprende, pertanto, l’esperienza decennale della stessa vantata a favore dell’Unione. Il nuovo appalto, basato principalmente sugli appalti degli anni precedenti e rivisitato in aumento negli importi, non è stato ritenuto adeguato dalla Cooperativa Tramuntana, che ha deciso volontariamente di non parteciparvi. A differenza di altre, fra cui anche l’aggiudicataria, che hanno partecipato. Non una esclusione da parte terza quindi ma un auto esclusione. E’ anche evidente, dice ancora il comunicato, che non può essere la ditta a determinare le condizioni giuridiche ed economiche della procedura, ma l’Unione in qualità di Stazione Appaltante. Dimensionando il Servizio da affidare in termini economico-finanziari e nel rispetto delle norme. La Cooperativa, fa notare ancora l’Unione, ha reputato non congruo il bando. Perché non l’ha impugnato? Poteva partecipare alla gara e non lo ha fatto. Lamentarsi ora per la mancata aggiudicazione è surreale”. La nota, ricorda anche: “che fu proprio l’Unione, a suo tempo, con grande attenzione per una realtà neo costituita, la prima a permettere a Tramuntana di operare pur essendo priva di qualsiasi esperienza. Capacità che oggi può invece vantare grazie alla conoscenza acquisita al porto. Volontariamente ha deciso di non partecipare alla gara. Se ne assuma le responsabilità. L’Unione dei Comuni fa le gare, senza escludere nessuno, se non chi si autoesclude”.

Related posts
Attualità

Paratissima arriva a Tempio e trasforma i suoi palazzi

AttualitàAvvisi

Disservizi Abbanoa per Tempio e comuni limitrofi

Attualità

Celebrato domenica 28 luglio il 36 esimo anniversario della strage di Curragghja

Attualità

A Tempio si ripete Color Art

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *