Segui la diretta STREAMING del canale digitale 217

AttualitàCronaca

Evade dai domiciliari arrestato dai carabinieri

Fabrizio Usai, 27enne, nuovamente arrestato dai carabinieri per evasione. Il giovane già arrestato a metà dello scorso mese di settembre, in flagranza di reato; con l’accusa di avere spacciato droga a dei minorenni che giocavano a pallone nella Pischinaccia, condannato per direttissima agli arresti domiciliari.

L’uomo, infatti, sorpreso durante uno dei tanti controlli dei militari, mentre si allontanava dalla propria abitazione; è stato nuovamente dichiarato in arresto per inosservanza agli obblighi imposti dalla precedente sentenza. Processato per direttissima e riassegnato ai domiciliari dal Gip Camilla Tesi che ha convalidato l’arresto. Fabrizio Usai, difeso dal suo avvocato di fiducia Antonello Fadda, avrebbe giustificato l’evasione affermando che doveva recarsi dal medico.

La vicenda che allarmò le famiglie

Il ragazzo, il 26 settembre scorso era stato al centro di una vicenda che aveva allarmato non poco l’opinione pubblica e le famiglie in particolare. Il giovane infatti, arrestato al termine di una complessa operazione dai carabinieri del Norm della Compagnia di Tempio e della Stazione di Luras, comandati dal capitano Ilaria Campeggio; perchè sorpreso a cedere dosi di marijuana a dei ragazzini che giocavano a Pallone nei campetti della Pischinaccia.

Un’operazione da manuale, nata non per caso ma sulla base di specifiche indagini che avevano portato i militari a seguire l’attività ed i movimenti dell’uomo. Quel giorno, infatti, l’Usai, debitamente controllato a distanza dai militari, nel pomeriggio si era unito ad un gruppo di ragazzini e ragazzine che giocavano a pallone, nei campetti poco distanti dalla chiesa parrocchiale del Sacro Cuore. Ad un tratto, l’uomo stando alla ricostruzione dei carabinieri (accolta anche dal giudice nell’udienza di convalida),  prendendola dalla borsa di una ragazzina, aveva tirato fuori una dose già confezionata di marijuana, cedendola per 15 euro ad un’altra ragazza.

L’intervento dei militari, ben appostati e che avevano seguito tutti i movimenti dell’Usai, era stato immediato. Nella borsa da cui l’uomo ha preso la dose da vendere, secano contenuto altre dosi evidentemente pronte allo smercio. Si saprà successivamente che la ragazzina che aveva acquistato la dose, confesserà che i 15 euro erano provento della festa del suo compleanno celebrato qualche giorno prima.

Related posts
AttualitàEventi

Rete Europea sul Mercato del Lavoro a Tempio

AttualitàEventiGiovani

Oktobeer Fest a Tempio

AttualitàCulturaEventiGiovani

Fidali del '75 all’opera per raccogliere fondi

AttualitàAvvisi

Iniziano i colloqui per assunzioni nel Servizio Civile

Vuoi collaborare con noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *